Batman V Superman, svelata l’identità di Joker?

Batman v Superman di Zack Snyder e Suicide Squad di David Ayer sono tra i titoli più attesi del 2016 dai fan dei cinecomics e non solo. Negli ultimi mesi dopo i trailer presentati al Comic-Con e poi sul web, nerd di tutto il mondo hanno avanzato le loro “ipotesi”, idee e quant’altro su come si evolverà la storia del “DC Cinematic Universe”.
Indubbiamente quelle più importanti riguardano Batman, Il Cavaliere di Gotham, creato da Bob Kane.

Ma passiamo alle teorie fin’ora ipotizzate:
Recenti rumors ipotizzano con sempre maggiore insistenza che il Joker di Suicide Squad, interpretato da Jared Leto, che addirittura forse comparirà in un cameo in Batman v Superman, altri non sarebbe che Jason Todd, il “secondo” Robin che prese il posto del primo (Dick Grayson) una volta che questo divenne Nightwing.

Ma chi è Jason Todd?
Jason è un orfano, figlio di un ex piccolo criminale e di una madre tossicodipendente, che viene preso sotto l’ala protettiva da Batman mentre cercava di rubare le ruote della Batmobile in un vicolo malfamato di Gotham. Bruce noterà in lui del potenziale e da mentore lo istruirà su cosa è giusto e cosa è sbagliato. Il giovane però è troppo carico di odio, ha un temperamento violento e irascibile, e, in seguito ad un’imboscata del Joker, cadrà sotto i colpi del nemico, lasciando Batman pieno di sensi di colpa.
Jason Todd (che sempre secondo rumors dovrebbe essere interpretato dal figlio di Snyder, Eli) dovrebbe avere un piccolo ruolo in Batman v Superman, probabilmente in un flashback in cui dovremmo vedere Joker (Jared Leto) uccidere il povero Robin con un piede di porco e in seguito fare esplodere l’abitazione in cui si trovava Jason preso in ostaggio (una tesi a favore del perché, nel trailer del film, il costume di Robin sembra bruciato).
Questo sarebbe un chiaro omaggio ad una delle graphic novel più amate di Batman, ovvero “Una morte in famiglia” scritta da Jim Starlin.
Tutto questo è stato in parte già dimostrato da alcuni estratti dal trailer del Comic-con di San Diego

Ma un c’è anche un’altra teoria che in questi giorni sta prendendo sempre più forma.

Essa sostiene che il Joker che vedremo in Suicide Squad e in Batman v Superman altri non sia che Jason Todd, il “secondo” Robin di cui si è parlato poco prima, e che, in seguito a varie torture inflitte nel corso della sua scomparsa, sarebbe impazzito a tal punto da diventare cosi il nuovo Joker (questo potrebbe perciò giustificare il look cosi moderno, con tanto di tatuaggi e placche di acciaio sui denti).
Ma qui ci troveremmo ad un punto di svolta. Se il Joker (Jared Leto) uccide Jason Todd, il “secondo” Robin, e il nuovo Joker alla fine sarebbe davvero Jason Todd, chi è allora il Joker che uccide Jason nel rumors in cui dovrebbe comparire il figlio di Snyder?

È chiaro a questo punto che Zack Snyder abbia preso i due fumetti scritti da Frank Miller come massima ispirazione per i suoi personaggi (Il ritorno del Cavaliere Oscuro) e che probabilmente il Joker che vedremo in questa nuova versione segua le vicende narrate nel sequel de “Il ritorno del Cavaliere Oscuro” ossia “Il Cavaliere Oscuro colpisce ancora” in cui questa volta Dick Grayson (il primo Robin, nonché Nightwing) dopo essere stato manipolato geneticamente dal governo, impazzisce, trasformandosi nel “nuovo Joker”, questa ulteriore ipotesi è stata rafforzata ulteriormente dalla frase pronunciata da Bruce Wayne ad Alfred nel trailer di Batman v Superman dove Ben Affleck si rivolge a Jeremy Irons (Alfred) dicendo: «Vent’anni a Gotham, e quanti bravi ragazzi sono rimasti? Quanti sono rimasti buoni?»

Inoltre c’è un ulteriore confronto che mostra due cicatrici negli stessi punti in comune tra Joker e il costume nella teca della Batcaverna presente nel trailer di Batman v Superman.

Restano però alcuni dubbi a riguardo, il primo è che ancora non sappiamo quale dei 3 Robin (Dick Grayson, Jason Todd, Tim Drake) vedremo in questo nuovo adattamento cinematografico (escludendo l’ultimo Robin, Damian Wayne), lasciando così aperte le ipotesi “Miller” e “Starlin”, intriganti entrambi per i motivi qui sopra riportati.

Ma se dovessi fare una scelta, io opterei per quella “Starlin” e adesso vi vengo a spiegare il perché.

Se il Joker di Jared Leto dovesse rivelarsi “solo” il Joker e quindi non Jason Todd, la storia seguirebbe un ordine cronologico importantissimo per i fan di Batman. Infatti, a seguito della nuova trilogia che è stata proposta a Ben Affleck (regia, sceneggiatura con Jeff Johns e ruolo da protagonista), ci potremmo ritrovare a fare i conti con una nemesi ancora del tutto inedita ed amatissima dai fanboys, ossia quella di Red Hood, che più recentemente è stata portata su console con il videogame next-gen “Batman: Arkham Knight”.

Quindi in questa nuova trilogia potremmo vedere Batman affrontare nell’eterna lotta la sua nemesi Joker (Jared Leto) e il motivo per il quale il suo odio è tanto cresciuto in questa nuova trasposizione cinematografica ossia Red Hood (vigilante che ricorre alla violenza, oltrepassando il limite che Batman si era sempre imposto, cioè uccidere).

Red Hood aka Jason Todd aka secondo Robin, prova odio nei confronti di Batman per il fatto che quest’ultimo non l’ha vendicato uccidendo il Joker.

Purtroppo non abbiamo ancora modo di rispondere a questo enigma, né la certezza di nessuna delle due ipotesi, quello che sappiamo è che questo nuovo universo cinematografico Dc, promette davvero molto, molto bene.

 

Alessio Italiano

Alessio Italiano

"This is the end, beautiful friend
This is the end, my only friend, the end"
- The Doors
Alessio Italiano

Latest posts by Alessio Italiano (see all)

You may also like...

Condivisioni