Call me by Monet, Chiamami col tuo nome rivisto con lo sguardo dei quadri di Monet

Cosa c’entra il grande pittore Monet, esponente dell’impressionismo, con l’ultimo bellissimo film di Luca Guadagnino, Chiamami col tuo nome?
Apparentemente nulla, eppure nella sua stessa ricerca del piacere fisico e visivo, siamo capitati a leggere diverse notizie che segnalavano la presenza di un account Instagram di una ragazza che rielaborava alcune particolari scene del film di Guadagnino, applicandogli come sfondo non più l’Italia del passato, bensì quadri e paesaggi dipinti da Monet.
Il risultato, apparentemente strambo in teoria, in pratica restituisce visivamente gran parte di quelle emozioni che già vi avevamo accennato quando abbiamo parlato abbondantemente del film. I paesaggi, gli spazi aperti, i colori. La resa violenta della luce nelle sue opere ha sempre messo in risalto la i colori da lui proposti, si percepisce ampiamente la sensazione di un tranquillo pomeriggio soleggiato in uno spazio sterminato, dominato dalla natura e da quel che essa propone visivamente allo spettatore/osservatore.

Più volte, tra detrattore e amanti di Chiamami col tuo Nome, hanno messo come oggetto di discussione in positivo o in negativo, lo stesso uso della luce fotografica di Guadagnino, rispecchiare l’ambiente circostante parallelamente all’evolversi della storia.

Un’operazione estetica quella intrapresa da questo account Instagram che ad una prima occhiata non proprio delle più positive, ne segue una morbosa curiosità nel guardare più attentamente l’edit intrapreso, associare quel particolare momento del film fotografato, contestualizzato in altro modo e rendersi conto sempre della pazzesca resa estetica. Qui sotto lasceremo alcune tra le migliori che potrete vedere interamente sull’account ufficiale.

 

 

 

Gabriele Barducci

Gabriele Barducci

"We gotta get out while we're young
`Cause tramps like us, baby we were born to run"
- Bruce Springsteen
Gabriele Barducci

You may also like...

Condivisioni