Radicale cambio di pagina per Orange Is The New Black 6

Cambiamento. Se dovessimo riassumere la sesta stagione di Orange Is The New Black in un sol termine, niente calza a pennello come questo. Un radicale cambiamento che porta una ventata di aria fresca sia allo show, che alle dirette protagoniste assieme ai sceneggiatori che hanno finalmente l’occasione di sviluppare nuove storie in un contesto credibile, non forzato e ben definito.

Così arriva il trasferimento in un carcere di massima sicurezza per le nostre protagonista, e già dai primi episodi scopriamo che questa scelta narrativa è delle più indovinate a cui potesse andare a parare lo show. Il morale come la psicologia delle detenute va a scontrarsi, inevitabilmente, con quella delle altre donne, alcune misteriose, altre sicuramente più pericolose da cui stare a distanza. Le stesse celle di isolamento forzato si dimostreranno una sfida che metterà a dura prova l’amicizia del gruppo.

A questo cambiamento comunque va constato che la serie si avvia verso le battute finali. Lo percepiamo, come è stato già annunciato, una settima stagione e molto probabilmente saluteremo le galeotte più famose del mondo serial. Eppure Orange Is The New Black, show di punta assieme a pochi altri del catalogo Netflix, poteva e doveva osare di più e quale migliore momento se non questo?

Ecco quindi il senso di smarrimento e di paura. Giustamente ad un cambiamento, segue sempre un’instabilità, dentro e fuori le persone. Questa sesta stagione, puntata dopo puntata dopo puntata, sembra parlare proprio di ciò, di un profondo mutamento. In termini narrativi, necessario per voltare pagina e avviarsi verso l’inevitabile finale, ma questo è un cambiamento anche per lo spettatore, che si troverà almeno duramente le prime puntate, uno show leggermente diverso, quasi come prendesse alla larga quel che vuole raccontare – mai tanto come successo con la quinta stagione che si è dimostrata ora a conti fatti, solo un anello per arrivare a questo determinato evento e punto – per poi ricordarci comunque la sua finalità.

Il gruppo verrà messo alla prova, si sconteranno, anche più volte e la fiducia verrà messa in discussione, ma nel suo complesso, questa nuova stagione di Orange Is The New Black conferma il grande carisma di questo prodotto che non ha paura di cambiare e lo fa con soluzioni coraggiose e in grande stile.

orange is the new black 6

Gabriele Barducci

Gabriele Barducci

"We gotta get out while we're young
`Cause tramps like us, baby we were born to run"
- Bruce Springsteen
Gabriele Barducci

Latest posts by Gabriele Barducci (see all)

    You may also like...

    Condivisioni